I Principi Base per una corretta gestione del tuo cane.

3 cose che fanno paura al cane.

Quali sono le 3 cose che più farebbero paura al tuo cane?

Ogni essere vivente ha paura di qualcosa, non dobbiamo considerarlo come una patologia se non arriva a certi livelli, piuttosto, la paura, è uno strumento che la natura ci ha donato per selezionare ciò che può essere un pericolo per noi.

Questo vale anche per il cane.

Oggi voglio parlarti di 3 cose che potrebbero far paura al tuo cane.

Vedremo punto per punto come comportarci per aiutare il nostro amico a superarle.
Ecco quali sono:

Rumori forti;
Ambienti nuovi;
Persone sconosciute.

Rumori forti

La prima cosa che potrebbe far paura al nostro cane sono i rumori forti.

Un rumore per definizione è un suono negativo e se pure improvviso crea una reazione in qualsiasi essere vivente.
Anche il nostro cane potrebbe essere colto di sorpresa in presenza di un rumore improvviso.

Quando parliamo di paure spesso confondiamo, però, la normale reazione che il nostro cane potrebbe avere in presenza di qualcosa di negativo e inaspettato e la sua capacità di riprendersi.

E’ quest’ultima fase che ci importa di più. Come già detto chiunque di noi potrebbe spaventarsi o saltare in aria davanti ad un rumore improvviso ma questo non basta per fare di noi delle persone paurose.

Se però rimaniamo sotto shock per tanto tempo dopo il rumore, allora abbiamo un problema.
Il tuo cane potrebbe spaventarsi, reagire in qualche modo abbaiando o spostandosi davanti ad un rumore ma se subito dopo riprende la sua vita normale non devi preoccuparti.

Prendi quella esperienza come una qualsiasi esperienza poco piacevole che accade nella vita di ognuno di noi.

Monitora invece la sua reazione dopo, se non riesce proprio a riprendersi, rimane agitato, abbaia o rimane bloccato tremando, non riesce a ristabilire il suo stato di equilibrio e li che sta il problema.

Questo comportamento può derivare da vari fattori come ad esempio traumi passati o semplicemente una predisposizione naturale del tuo cane per un carattere non proprio solido.

 

Quali sono i rumori che potrebbero dar fastidio al tuo cane

Vediamo quindi quali sono i rumori forti che potrebbero impaurire il tuo cane.

Temporali: Il suono dei tuoni e il lampo dei fulmini possono essere estremamente spaventosi.

L’udito e la vista del tuo cane saranno molto sollecitati da questo fenomeno a cui potrebbe non essere abituato se ancora cucciolo o a cui potrebbe aver associato una brutta esperienza se ad esempio, lo hai trovato per strada.

Se è un trovatello, infatti, potrebbe aver vissuto in luoghi non sicuri mentre veniva esposto a questo fenomeno.

Fuochi d’Artificio. Lo stesso effetto potrebbero fare i fuochi d’artificio. Suoni forti e luci colorate si potrebbero presentare al tuo cane come un pericolo da cui rifugiarsi e valgono sempre le stesse considerazioni fatte per i temporali.

Aspirapolvere. Un altro esempio di rumori forti che ogni giorno il tuo cane potrebbe vivere sono gli elettrodomestici.

Frullatore, phon o aspirapolvere in natura non esistono e il tuo cane si trova costretto a doverli accettare nella sua nuova vita con te. Non appartengono alla sua cultura ma alla tua, spetta a te, quindi, farglieli accettare senza alcuno stress.

Più avanti ti dirò come fare.

Motori di veicoli. Rumori di moto, camion o autobus possono essere visti come un pericolo per il tuo cane. Ogni sua reazione nei loro confronti è un sintomo del disagio che gli creano, compreso il saltargli addosso per via dell’istinto predatorio che innescano in lui.

 

Segnali di paura nei cani

Come facciamo a capire se il nostro cane ha paura di qualcosa?

Basta riconoscere e interpretare bene i segnali che manda.

Osserva in lui comportamenti come tremori, ansimare, cercare rifugio, abbaiare o ululare, salivazione eccessiva e tentativi di scappare, sono tutti possibili comportamenti legati ad una paura che il tuo cane sta vivendo.

Riconoscere questi segnali è importantissimo per metterlo subito in sicurezza evitando che rimanga fermo nella sua paura perdendo fiducia in te.

 

Strategie per calmare il cane con rumori forti

Cosa possiamo fare se il nostro cane si trova in preda al panico per uno di questi rumori?

Dipende dal rumore e dal luogo in cui ci troviamo.

Se siamo fuori casa, allontaniamoci da ciò che lo impaurisce, è l’unico modo per tenerlo al sicuro e farlo calmare.

Purtroppo questo semplice gesto di mettere distanza tra lui e il pericolo non è così scontato, vedo sempre più persone rimanere li immobili ad attendere chissà cosa.

E il fatto strano è che se fossimo noi in pericolo, la prima cosa che ci verrebbe da fare sarebbe quella di allontanarci, di scappare.

Perchè poi non lo facciamo con il nostro cane?

Se invece ci troviamo in casa e il nostro amico sente un rumore forte che lo impaurisce, potrebbe essere utile creargli una condizione spaziale ed emotiva piacevole per distogliere la sua attenzione da ciò che gli fa paura.

Ad esempio accendere la tv o meglio ancora, la musica, potrebbe essere una buona strategia per coprire, ma non del tutto, il rumore forte.

Così facendo il cane si abituerebbe gradualmente ad accettarlo.

Ma ciò che veramente è importante è convincere il tuo cane che in presenza di quel rumore non gli accadrà nulla. Quindi spetta a te fare in modo che nulla di improvviso si aggiunga a quel rumore forte, facciamo attenzione a non far cadere nulla a terra che possa fare ulteriore rumore o a pestare accidentalmente la zampa o la coda al cane o altre esperienze simili.

Tutto deve essere predisposto per dargli sicurezza, quindi se il tuo cane soffre di queste paure, prepara un luogo sicuro dove chiedergli di andare in questi casi. Potrebbe essere il kennel o una camera della casa, magari il più lontano possibile da dove si sente il rumore forte.

In molti propongono l’uso di sostanze calmanti come giubbotti anti-ansia, feromoni o integratori naturali.

Non li amo particolarmente, non mi piace l’idea di dover ricorrere ad uno strumento per risolvere un problema del mio cane, preferisco curare la nostra relazione e dargli sicurezza facendo in modo che si fidi sempre di me.

Curare la tua credibilità e la tua leadership è il miglior strumento che tu possa avere sempre a portata di mano per aiutare il tuo cane.

Ti starai chiedendo:

Come posso diventare leader del mio cane?

Beh l’unico modo che hai per farlo è sapere cosa fa un leader e come lo fa e potrai studiare queste cose durante un percorso di consulenze online direttamente con me, un percorso personalizzato sui problemi specifici che hai col tuo cane.

Se vuoi saperne di più sulle mie consulenze puoi dare un’occhiata QUI

 

Cosa non fare

Tra gli errori che più spesso vedo fare a chi possiede un cane c’è la punizione.

Siamo sempre pronti a criticare gli altri o additare qualcuno e il nostro cane ne è un esempio. Lui sta soffrendo in quel momento e quindi dobbiamo porci nella condizione di aiutarlo a superare il suo disagio e non a pressarlo emotivamente.

Anche rimanere indifferenti non l’aiuta.

Immagina che tu ti senta in pericolo e qualcuno vicino a te non ti degna di uno sguardo mentre chiedi aiuto. Come ti sentiresti?

Ignorare significa non dare una risposta e in questo caso non solo dobbiamo darla ma deve essere una risposta rassicurante, da leader.

Non significa confortare il cane accarezzandolo o toccandolo di continuo pronunciando parole senza senso.

Quanto detto prima, creare una condizione di sicurezza agendo sull’ambiente in cui si trova il cane e mantenendo noi la calma e uno stato d’animo positivo in presenza del rumore, è l’aiuto migliore che tu possa dare al tuo cane.

 

Ambienti nuovi

Un’altra condizione che potrebbe impaurire il tuo amico sono gli ambienti nuovi.

Visitare luoghi diversi da quelli conosciuti, soprattutto se fuori dal proprio territorio di pertinenza è quanto di più innaturale e pericoloso ci possa essere per il tuo cane.

Ricorda: in natura il lupo non va mai fuori dal proprio territorio e il tuo cane, in quanto lupo anche lui, non lo farebbe.

La causa del fatto che il tuo cane possa provare paura in ambienti sconosciuti può derivare, ancora una volta, da vari fattori oltre a questa condizione iniziale appena descritta.

Ad esempio la predisposizione caratteriale di ogni singolo cane a saper affrontare le novità o alla presenza o meno di traumi passati.

 

Di quali ambienti nuovi il tuo cane potrebbe aver paura?

Tra gli ambienti nuovi che il tuo cane può dover vivere troviamo una nuova casa.

Se vi trasferite da una casa ad un’altra, il tuo cane ha bisogno di un periodo di adattamento alla nuova condizione, in fondo non sa se siete li per un breve periodo o per sempre. Lui nota soltanto che siete andati fuori da vostro territorio abituale e questo è già un grande problema.

Altri ambienti nuovi dove potresti trovarti con il tuo cane sono nuove strade da percorrere durante una passeggiata o un nuovo quartiere.

Ma soprattutto, un ambiente nuovo e poco piacevole, direi pericoloso per il tuo cane, sono sicuramente l’ambulatorio veterinario e la toelettatura.

Porrei particolare attenzione a questi due luoghi che, per ovvie ragioni, potremmo dover vivere di frequente con il nostro cane .

La scelta di un buon veterinario è fondamentale, non solo per la sua salute ma per come viene trattato durante tutta l’esperienza della visita. Conosco moltissimi clienti che mi hanno riferito di maltrattamenti dei propri cani durante la visita per mancanza di preparazione o poca attenzione del veterinario.

Conosco invece ottimi professionisti che ci sanno fare con i cani, non hanno premura di completare la visita e dedicano tutto il tempo necessario per fare bene il proprio lavoro nel rispetto delle esigenze del cane.

Fai in modo di trovarne uno.

Lo stesso vale per il toelelttatore.

Anche in questo caso il tuo cane dovrà subire una vera e propria manipolazione per essere lavato e curato a cui potrebbe non essere abituato e prestare la massima attenzione in questo caso determinerà la sua salute mentale.

Il mio toelettatore di fiducia, ad esempio, in occasione del primo bagno ad un cucciolo, dedica un unico appuntamento nell’intera mattina per garantirgli tutto il tempo necessario per farlo rilassare e procedere gradualmente in questa prima esperienza, senza la premura di un altro cliente subito dopo.

In quanti lo fanno?

Un altro luogo difficile da accettare per i cani sono le scale.

In natura non esistono e la loro conformazione ripida e spesso aperta con vuoti e gradini scivolosi possono creare una grande paura al tuo cane.

E’ necessario dedicare molto tempo per fare in modo che le accetti rendendosi conto che anche in questo caso, non sono un luogo realmente pericoloso.

Spetta a te, come sempre, fare in modo che lo siano veramente, quindi attenzione a non farlo scivolare, a non agitarlo o farlo cadere.

 

Segnali di paura nei cani

Anche in questo caso, devi essere in grado di leggere eventuali segni di paura del tuo cane. Come già detto dipende molto da caso a caso ma in genere comportamenti come tremori, orecchie indietro, guaiti, ringhi o abbai sono un chiaro segno di paura.

 

Strategie per rassicurare il cane

Anche in questo caso, un’esposizione graduale al nuovo ambiente può aiutare.

Nel caso delle scale potresti provare a viverle come un qualsiasi altro ambiente senza dover necessariamente percorrerle. Basterà sedersi un poco al giorno li tranquilli.

Oppure fare degli incontri conoscitivi dal veterinario o per il bagno prima della visita vera e propria, possono aiutare il tuo cane a rendere familiare il nuovo ambiente.

In molti consigliano di usare premi in cibo in questi casi per costruire una buona associazione del cane con l’ambiente in cui si trova. Non sono molto d’accordo per il fatto che in questi casi spesso ci troviamo in un confine sottile tra la paura e l’inizio dell’accettazione del nuovo ambiente.

Spesso il cane fa un avanti e indietro tra queste due posizioni e il rischio di premiare la paura è molto alto.

Quindi per quanto mi riguarda, in questi casi, non uso alcun premio, mi basta farmi vedere calmo e con uno stato d’animo positivo nel luogo in cui ci troviamo.

Avere una certa familiarità con i luoghi nuovi potrebbe aiutare ancora di più il nostro cane ad accettarli. Inserendoli in routine quotidiane potrebbe annoverarli presto tra i luoghi non appartenenti al nostro territorio ma spesso frequentati.

Il passaggio, anche solo per un saluto, dal veterinario di fiducia o al bar che frequentiamo spesso, potrebbe essere una buona piccola routine per eliminare le paure del cane verso alcuni luoghi.

La nostra calma sarà comunque lo strumento più efficace per fare in modo che il nostro amico non si senta in pericolo. Ricorda, solo se sei qualcuno per lui, una figura di riferimento di cui si fida ciecamente, un leader, non avrai alcun problema.

Quindi cura sempre la tua leadership a casa con piccole azioni quotidiane.

 

Cosa non fare

Sicuramente forzare il cane ad accettare subito un ambiente nuovo.

Non trascinarlo o strattonarlo per farlo entrare a tutti i costi nel luogo che lo impaurisce, non faresti altro che demolire quel poco di fiducia che ha in te allontanando ancora di più l’obiettivo che vuoi raggiungere.

Un altro errore che vedo compiere spesso è l’eccessiva introduzione degli stimoli.

Procedere gradualmente è fondamentale quindi introduci le novità un poco alla volta osservando sempre i segnali del tuo cane.

Se dovesse andare in stress vai via e ritenta la volta dopo.

 

Persone sconosciute

Quanto detto per i nuovi ambienti vale anche per le persone.

Molti cani possono percepire un pericolo davanti a qualcuno e, per l’esperienza che ho, mi sento di dare ragione sempre ai cani.

Vedo di tutto nel mio lavoro e anche quando passeggio per strada, la gente non ha idea del danno che, camuffato da affetto, provoca ad ogni cane soltanto perché non sa come approcciarsi, ma ha la presunzione di farlo.

Nessuno oggi si pone il problema che toccare o richiamare un cane, non solo è sbagliato nei suoi confronti, ma potrebbe essere un reale pericolo per la persona stessa.

Avere un cane che trascuri il mondo e rimanga tranquillo davanti a quanto accade attorno a lui è il sogno di molti ma non ha nulla di reale. I cani sono esseri viventi e in quanto tali, nutrono delle antipatie per qualcosa o qualcuno, reagiscono a ciò che accade accanto a loro e cosi via, proprio come noi.

Allora perché dovremmo desiderare un cane incapace di reagire al mondo?
Per me sarebbe una cane piatto, senza alcuna personalità.

Il fatto è che chi desidera questo non ha gli strumenti per gestire questi normali comportamenti e quindi preferirebbe non doverli affrontare del tutto.

Impara a gestire il tuo cane e vedrai che non ti sembrerà strano o fuori luogo se ogni tanto anche lui protesta per qualcosa. Avrà ragione e ti basterà un solo cenno per richiamarlo a te.

 

Di chi il tuo cane potrebbe aver paura?

Quando il nostro cane potrebbe trovarsi a dover accettare persone nuove, quindi estranee al suo branco?

Sostanzialmente in tre casi:

Visite degli ospiti a casa, in passeggiata o dal veterinario o toelettatore.

Per quanto riguarda il primo caso, ne ho parlato in tantissimi video che puoi trovare sul mio canale YouTube, ti basta scrivere sulla lente d’ingrandimento ospiti.

Per quanto riguarda la passeggiata, per me nessuno deve permettersi di approcciarsi in qualche modo al mio cane senza un mio permesso.

Anche in questo caso trovi dei video sul come fare ma se vedo che qualcuno desidera conoscere il mio cane do io le regole e gestisco nei minimi dettagli l’interazione, le posture e gli atteggiamenti che la persona dovrà assumere e il tempo di interazione, basandomi sempre sui segnali che il mio cane manderà per comprendere se sta gradendo o desidera andare via.

Anche in questo caso trovi un video QUI

Per oggi è tutto, ci sarebbero tante altre cose di cui parlare riguardo ciò che può provocare paura al nostro cane e non è opportuno farlo qui altrimenti staremmo a parlare per ore.

Se desideri che lo faccia per qualcosa in particolare puoi scrivermelo via email a info@dog-cafe.it.
Noi ci leggiamo al prossimo articolo.

Ciao.

Iscriviti GRATUITAMENTE alla NEWSLETTER, riceverai subito in OMAGGIO una guida sulla gestione del cane.

 

CHI SONO

Contattaci

Se vuoi metterti in contatto con noi questo è il posto giusto. Compila il form e inviaci la tua richiesta.
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.
Apri la chat
Ciao, sono Fabrizio Collovà in persona.
Scrivimi qui come posso aiutarti.