“Puppy class? Cosa?”
Questo è il nome con cui si chiama il primo percorso di educazione per i cani.
Molti non la conoscono neanche e quando la propongo ai miei clienti mi guardano sbigottiti.
Percorso che io reputo FONDAMENTALE per l’EDUCAZIONE e la CRESCITA di un cucciolo.
Abbinata al percorso di educazione di base, per me costituiscono la “scuola dell’obbligo” per i cani e per i padroni, aggiungerei.
Fondamentalmente sono loro che, attraverso questi percorsi, imparano seriamente a controllare adeguatamente il proprio cane.
Perchè “scuola dell’obbligo”?

Penseresti mai di non mandare tuo figlio a scuola?
Certamente no.
E allora perchè si dovrebbe pensare di avere un cane e non prevedere per lui un percorso educativo che gli semplificherebbe la vita e soprattutto, la semplificherebbe a te?
Purtroppo oggi la presunzione di coloro che preferiscono il “fai date” dilaga.
Molte volte mi sento dire: “ma io ho già educato il mio cane, sa fare tutto”.
Ed è li che mi ripeto: adesso mi propone il seduto (se lo fa), alle volte il resta e spesso la zampa e altri comandi da circo.
Ebbene, sappi che l’educazione di un cane non è questa.
Per me, prima di tutto, l’EDUCAZIONE di un CANE è l’ EDUCAZIONE del PROPRIETARIO.
Vuoi sapere cosa sanno fare i miei cani?
Un bel niente di niente (esclusa Doxy con la quale mi sono preparato per il corso educatori).
Ma stai pure certo che se si tratta di andare a passeggio non tireranno al guinzaglio, se si tratta di lasciarli da qualche parte non distruggeranno il luogo dove dovranno aspettarmi, se dovrò sedermi al bar con loro non salteranno sul tavolino.
Ma vediamo di cosa tratta questa “scuola dell’obbligo”.
Il primo percorso, la PUPPY CLASS, io la inizio quando i cuccioli hanno circa 3 MESI E MEZZO, quando hanno ultimato il ciclo di vaccini.
Elemento fondamentale per poter interagire con altri cani in un campo di addestramento.
Il percorso di EDUCAZIONE DI BASE è appena dopo la puppy class, a circa 5 MESI E MEZZO / sei mesi.
Quest’ultimo completa la formazione di base iniziata in puppy class.
L’età del primo percorso è fondamentale.
Ancora prima dei 4 mesi, siamo in quel periodo denominato “SENSIBILE”.
Età in cui il cucciolo impara immediatamente qualsiasi cosa, giusta o sbagliata che sia.
Per questo motivo consiglio sempre al proprietario di far fare, entro quel periodo, il maggior numero di esperienze positive possibile.
Immaginiamo che il cucciolo sia una scatola semivuota: ecco, dobbiamo cercare di riempirla il più possibile con oggetti positivi.
Dico semi vuota perchè comunque abbiamo gia una base genetica presente in questa scatola.
Differente da soggetto a soggetto e da razza a razza, questo è il contesto in cui andremo a lavorare e di cui dobbiamo sempre tenere conto.
E’ vero che esistono delle regole generali da applicare nell’educazione, ma dobbiamo sempre applicare sul singolo soggetto il lavoro che facciamo.
Purtroppo può capitare che in questa fascia d’età il cucciolo faccia delle esperienze negative e che queste esperienze rimangano impresse a vita.
Per questo motivo dobbiamo cercare di ridurle al minimo.
Data la spiccata capacità di apprendimento a quest’età, soprattutto in alcune razze, un errore molto frequente che commettono i proprietari è quello di insegnare al cucciolo una grande quantità di comandi.
Il risultato è immediato: il cucciolo li eseguirà subito.
Ebbene, resisti alla tentazione: NON INSEGNARGLI NULLA.
Dirai, perchè?
Perchè esiste una serie di passaggi propedeutici ai vari comandi classici (seduto, terra, resta, zampa ecc.), che è necessario affrontare ed acquisire per il bene del cane e del vostro rapporto.
Altrimenti rischieresti di avere un cucciolo a 4 mesi che sa eseguire tutti i comandi da circo e che, allo stesso tempo, non ha maturato le basi dell’apprendimento che lo porteranno, per tutta la vita, a fidarsi completamente di te.
L’ADDESTRAMENTO contribuisce a COSTRUIRE UN RAPPORTO (cane – proprietario) e, come ogni rapporto, si deve costruire nel tempo, giorno dopo giorno.
Il CONTROLLO del tuo cane lo avrai se hai un buon rapporto di FIDUCIA con lui.
Ma torniamo alla nostra “scuola dell’obbligo”.
Cosa si fa, allora, nei due percorsi di educazione?
PUPPY CLASS
Per quanto mi riguarda la puppy class è una classe di insieme, un numero limitato di binomi cane-conduttore, in cui si imparano le REGOLE DEL RAPPORTO e tutto ciò che serve per avere una CORRETTA GESTIONE del cane in casa e fuori.
Il percorso è strutturato in sei incontri con cadenza settimanale in cui si impara come giocare in maniera sana con il cane e alcuni trucchetti per guadagnare e mantenere il RUOLO DI LEADER, cosa fondamentale se non vuoi che lo diventi il tuo cane.
Altro elemento fondamentale è la SOCIALIZZAZIONE che i cuccioli faranno all’interno del percorso. Socializzazione con cani adulti di più razze, cani abituati a fare questo mestiere.
Il proprietario imparerà ad osservare e leggere l’approccio tra due cani, in maniera tale da intervenire quando e se sarà necessario.
ATTENZIONE: socializzazione non significa liberare il proprio cane al parco e lasciare che si incontri (scontri) con altri conspecifici senza alcun tipo di regole.
Esistono anche cani che potrebbero insegnare cose sbagliate al tuo.
Un incontro mal gestito con un cane (o con un proprietario) non adeguato è assolutamente da evitare.
Spesso mi capita di vedere cani che stanno interagendo in maniera corretta (per il linguaggio canino) anche se duramente.
A quel punto i proprietari, pensano bene di dover intervenire in maniera e con tempi inadeguati.
Ecco che li si scatena una reazione indesiderata a causa di un inutile e cattivo intervento dell’uomo.
A tal proposito, se non l’hai ancora fatto, leggi il mio articolo sul famoso cane aggressivo.
Ecco, in puppy class, ma anche nel percorso successivo, il proprietario imparerà a leggere attentamente il proprio cane e il cane che ha di fronte.
Ma non solo.
E fondamentale saper leggere il PROPRIETARIO che si ha di fronte.
E si, perchè la maggior parte delle volte è lui che scatena la reazione non voluta.
Quante volte ti sarai trovato di fronte un proprietario che ti dice:
“tranquillo, il mio cane è buonissimo”
e poi vedi (se lo sai leggere) il cane che ti manda tutti i segnali possibili che precedono il conflitto?
CORSO DI EDUCAZIONE DI BASE
Nel corso di educazione di base si imparano finalmente, i famosi comandi che tutti attendono.
A mio avviso sono molto più interessanti gli argomenti di gestione del cane.
Certo, più difficili da recepire e da assimilare, ma una volta fatto, è chiaro quanto stia li la chiave di tutto.
I comandi diventano soltanto un pretesto per lavorare con il cane e per controllarlo.
Il corso di educazione è strutturato in dieci incontri con cadenza settimanale.
Questa volta si lavora singolarmente.
Si riprenderanno alcuni temi già affrontati in puppy class (condotta, gioco), si continuerà con le regole di gestione e si affronteranno i comandi base: seduto, terra, resta e piede.
Per chi ha seguito il primo percorso di puppy class, l’educazione di base riesce molto più facile. Si affrontano i temi del programma con molta più disinvoltura e sicurezza.
Per l’esperienza che ho, le persone che hanno frequentato da me un percorso preliminare di puppy class hanno affrontato senza problemi il successivo.
La differenza con coloro che non l’hanno fatto è notevole.
Ultimato questo doppio percorso, sarai libero di interrompere qualsiasi attività addestrativa con il tuo cane o intraprendere una tra le tantissime attività e sport cinofili.
Sinceramente penso che il lavoro faccia benissimo al cane, qualsiasi esso sia. Sia dal punto di vista fisico che mentale.
Adesso sta a te la scelta.
Se quest’articolo ti è piaciuto e credi che possa essere utile a qualcuno, che ne dici di CONDIVIDERLO sui social che trovi qui sotto?
E non dimenticare di iscriverti alla NEWSLETTER del blog per rimanere aggiornato su ogni nuova uscita.
RICHIEDI UNA CONSULENZA inviandomi una email all’indirizzo: info@dog-cafe.it